IL CRATERE DEL NGORONGORO, TANZANIA

Scopriamo questo habitat unico nel suo genere, il cratere del Ngorongoro

Il cratere del Ngorongoro, Tanzania
Cratere del Ngorongoro, Tanzania

Un altro luogo incantato, che merita di essere visitato, dove regna in assoluto pace, tranquillità e un surreale silenzio, è il Cratere del Ngorongoro   google maps , in Tanzania. Ampio 20 km, è una delle caldere più grandi del mondo, è stato dichiarato patrimonio dell’UNESCO ed è  formato da distese di pianure, boscaglia e foresta per una superficie di circa 8.300 kmq .

A est dell’area ci sono anche crateri di dimensione inferiore e vulcani per la maggior parte inattivi. Qui è possibile avvistare, con tanta pazienza, il rinoceronte nero, uno dei pochi sopravvissuti. I rinoceronti, essendo ormai in via di estinzione, si trovano all’ interno di una riserva protetta e non è possibile avvicinarli quindi vi dovrete accontentare di “spiarli” da lontano con un binocolo. In queste zone gli animali e gli uccelli condividono lo spazio con la popolazione Masai che qui gode del diritto di pascolo. Il cratere può essere visitato in qualsiasi periodo dell’anno ma tra aprile e maggio il clima è spesso piovoso quindi diventa difficile accedere al fondo del cratere.


Per chi non lo sapesse la Tanzania è ricca di una quantità impressionante di specie di uccelli. Per elencarne alcuni: la bellissima aquila che dopo aver spiccato il volo e volteggiando sulle vostre teste, potrete ammirarla mentre si posa su un sasso lungo il ciglio del sentiero; oppure l’inquietante volo degli avvoltoi alla ricerca di carcasse di animali. Su un albero è anche possibile ammirare un airone, oppure un gruppo di gru che si rinfrescano in una pozza d’acqua. La vera natura che abbiamo sempre visto in televisione, proprio sotto ai nostri occhi.

I MASAI, GLI ABITANTI DELLA SAVANA AFRICANA

Per chi volesse anche conoscere a fondo la vita dei masai, gli abitati di queste terre, è possibile visitare un tipico insediamento.

Capanne della tribù Masai, Tanzania
Capanne della tribù Masai, Tanzania

Le loro abitazioni  sono fatte di fango e sterco di animale e oltre che alla caccia, praticata dagli uomini con delle lance, le donne  si occupano della fabbricazione di collane, bracciali  e monili vari, per altro tutti colorati. All’interno della tribù c’è un capo villaggio che è disposto a rispondere a tutte le vostre curiosità e, per chi lo volesse, vi farà accomodare all’interno della sua casa così vedrete coi vostri occhi come questo popolo vive.

Il cratere del Ngorongoro, Tanzania
Tribù Masai, Tanzania

All’ interno dell’abitato si trova anche una scuola. I bimbi che la frequentano, nel vedervi, vi faranno sorrisi che non dimenticherete mai. Un altro luogo che potrete visitare è il Tarangire National Park, splendido parco disseminato di baobab, situato nella zona sud-est del Lago Manyara lungo il fiume Tarangire, nella parte settentrionale del Paese.

Tribù Masai, Tanzania
Tribù Masai, Tanzania

I CONSIGLI DI FABIO ED ELENAFabio ed Elena

Come per il Manyara, anche il Tarangire, in Tanzania, può essere visitato in una sola giornata. Qui, nei mesi di agosto, settembre e ottobre, ovvero nella stagione secca, la concentrazione di animali è elevatissima: si possono avvistare antilopi, elefanti, giraffe, kudu minori, gazzelle, impala e ogni tanto un leopardo e più raramente un rinoceronte. In ottobre  fino a maggio inoltre è possibile avvistare oltre 300 specie di volatili differenti.

Della Tanzania ti possono interessare anche i seguenti articoli:

Vai alla pagina seguente 6 di 7 >>>Trekking
Vai alla pagina 1 di 7 >>>Safari in Tanzania, quando andare
Vai alla pagina 2 di 7 >>>Safari in Tanzania fai da te
Vai alla pagina 3 di 7 >>>Safari in Tanzania, l’itinerario
Vai alla pagina 4 di 7 >>>Il Serengeti
Vai alla pagina 7 di 7 >>>Informazioni generali
Vai alla pagina >>>Galleria fotografica della Tanzania
Condividilo sui tuoi social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.