L’INGRESSO IN CAMBOGIA: PROSEGUE IL NOSTRO VIAGGIO

La nostra esperienza per quanto riguarda l’arrivo in Cambogia

cambogia
Confine Aranaprathet-Poipet

Dopo aver letto mille raccomandazioni e “tips” su come passare il confine ci accorgiamo che tutto è organizzato alla perfezione per i “neofiti” del confine. Basta prendere il tuk tuk sbagliato, e verrete portati, come noi, in un ufficio pseudo governativo con tanto di benvenuto in Cambogia, in inglese perfetto, targhe del governo e ramanzine recitate a memoria da parte dei cosiddetti ufficiali dell’ufficio immigrazione.


Naturalmente caricheranno il prezzo del visto di qualche dollaro e vi accompagneranno, anche con un approccio abbastanza pesante oltre il confine fino a Poipet, offrendo taxi, minivan, bus, e chiedendo una mancia per il servizio, per altro mai richiesto. Il consiglio e di fare il visto online e stamparlo prima di partire oppure andare direttamente verso il confine dove pagherete i 20 dollari americani ai veri ufficiali che metteranno il timbro sul passaporto e vi prenderanno le impronte con uno strumento elettronico. Un altro consiglio è quello di arrivare prima possibile al confine perché se sarete fortunati ve la caverete in un’ora altrimenti anche con mezza giornata facendo file in delle stanze arroventate dal caldo.

cambogia
Angkor, Cambogia

Poipet è la città dove tutti i Thai passano il confine per giocare nei vari casinò, visto che in Thailandia il gioco d’azzardo è illegale. Poipet è una specie di terra di mezzo, una terra di nessuno dove non ci sono né leggi thailandesi né tanto meno cambogiane. Vedrete che una volta passando il confine il mondo cambierà. Spariranno le case, sostituite dalle baracche, le strade saranno piene di gente che cercherà di vendervi qualsiasi tipo di merce, tutto ad un dollaro o 4000 riel cambogiani. Il nostro obiettivo era Siem Riep, per stare qualche giorno in giro per i templi di Angkor Wat. Dopo aver condiviso un taxi con un americano, con il quale poi condivideremo anche l’hotel, arriviamo a Siem Riep, in 3 sul sedile posteriore, altrimenti il prezzo sarebbe raddoppiato se ci fossimo seduti su quello anteriore.

cambogia
Angkor Wat, Cambogia

Ricordate di concordare sempre il prezzo prima di partire, anche a volte sembrando insistenti perché il prezzo che vi sarà offerto sarà il triplo del normale e faranno sempre finta di non capirvi. Tutto ciò sarà comprensibile quando girando per tutta la Cambogia ci si rende conto di quanto il paese sia povero e disastrato ancora dalla storia recente, guerre, genocidio e corruzione dilagante. Nonostante ciò non vedrete mai nessuno urlare, alzare la voce o arrabbiarsi ma sarete colpiti da sorrisi e visi sempre allegri, riverenti e accoglienti. La cultura buddhista in questo ha molto da insegnare specialmente a noi europei costantemente stressati anche avendo tutto a disposizione, compreso il cibo ogni volta che vogliamo!!

Della Thailandia e Cambogia ti possono interessare anche i seguenti articoli:

Vai alla pagina seguente 3 di 7 >>>Angkor
Vai alla pagina 1 di 7 >>>Diario di viaggio in Thailandia e Cambogia
Vai alla pagina 4 di 7 >>>Phnom Penh
Vai alla pagina 5 di 7 >>>Kampot e dintorni
Vai alla pagina 6 di 7 >>>Koh Russei
Vai alla pagina 7 di 7 >>>Le spiagge thailandesi
Vai alla pagina >>>Galleria fotografica della Thailandia e Cambogia
Condividilo sui tuoi social!
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *