La Sicilia in una settimana, tra storia, arte e gusto

di Vincenzo Nicastro

Teatro Greco, Taormina
Teatro Greco, Taormina

Da circa 10 anni sono follemente innamorato. Il mio è un amore estremo, profondamente radicato, quasi morboso. Ma il mio cuore non batte ber una donna. In realtà esso appartiene ad una terra, perfetta armonia di arte, cultura, storia e tradizioni; il mio cuore appartiene alla Sicilia.


Fortunatamente ho avuto modo di visitare questa mitica regione tantissime volte, ed oggi non posso che consigliarla a chi mi chiede quale destinazione italiana scegliere per una vacanza estiva. In Sicilia c’è tutto quello che si possa desiderare: sole e spiagge stupende, città dal fortissimo valore storico ed incredibili luoghi naturali. Oggi voglio segnalarvi un itinerario che vi consente di godere delle meraviglie sicule in appena una settimana, effettivamente un tempo risicatissimo per poter apprezzare pienamente il valore di questa terra. Progettato per farvi vedere i punti salienti dell ‘isola, questo itinerario tocca le tappe classiche della Sicilia, ma consente al tempo stesso una buona dose di relax e divertimento all’aria aperta. Vi porta alla scoperta dei favolosi reperti archeologici ellenici, vi permette di ammirare paesaggi mozzafiato da tre vette uniche quali Erice, Taormina, ed Etna; infine vi porta nel capoluogo Palermo, la città più bella, in cui tratti artistici medievali e barocchi si incontrano dando luogo ad un mix favoloso.
Per quanti di voi volessero organizzare le proprie vacanze in Sicilia, vi segnalo il portale turistico http://www.trovavacanzesicilia.it,/ che più volte mi ha permesso di trovare ottime offerte adatte alle mie necessità

1 ° giorno: Arrivo a Catania

Piazza Duomo, Catania
Piazza Duomo, Catania

Da Catania parte il nostro tour. Potrete giungere nella seconda città più grande della Sicilia con voli per l’aeroporto Fontanarossa. Innanzi tutto sistematevi adeguatamente nella struttura ricettiva da voi scelta dopodiché indossate abiti leggeri e scarpe comode; vi attende una full’immersion fra teatri romani e gioielli barocchi. Se arrivate abbastanza presto, fatevi strada verso il tradizionale mercato del pesce, vicino a Piazza Duomo, cuore pulsante della città. Nella piazza principale assisterete allo spettacolo del barocco siciliano, le cui caratteristiche sono perfettamente sintetizzate nel Duomo. Il caldo quasi esagerato e la caotica atmosfera arabeggiante, rendono Catania a tratti soffocante; ma non appena sarete giunti in Via Etnea vi sentirete di colpo rigenerati. Si tratta di uno dei più eleganti viali d’Italia. Per sconfiggere il caldo concedetevi una gustosa brioche con fresca granita di limoni (particolarissima specialità simile nel gusto al sorbetto). Dedicate il resto della giornata alla visita del Castello Ursino, in passato residenza dei sovrani aragonesi, oggi sede del museo civico.

2 ° giorno: Etna e Taormina

Crateri sommitali dell'Etna
Crateri sommitali dell’Etna

Dopo aver conosciuto Catania, è il momento di passare alla sua attrazione principale: il Monte Etna,  vulcano attivo più alto d’Europa. Ci sono parecchi punti di accesso attraverso i quali è possibile raggiungere i crateri sommitali. Io vi consiglio di passare dal Rifugio Sapienza, sul versante meridionale, sicuramente tra i più organizzati. Dedicate la mattinata ad escursioni a contatto con la natura; dalla cima dell’Etna potrete ammirare un paesaggio veramente incredibile. Sappiate però che le cose qui possono cambiare in un nanosecondo: se le condizioni meteorologiche sono proibitive o se il vulcano inizia a mostrare segni di attività, tutte le escursioni possono essere immediatamente sospese.
Nel pomeriggio è la volta di Taormina, una delle località più chic della Sicilia. Storicamente rinomata per la sua eterea bellezza, ha attirato milioni di visitatori per secoli.
Passeggiate lungo la via principale, Corso Umberto I, e se il tempo lo permette, visitate il Teatro Greco-Romano. Se non avete problemi di budget, vi consiglio di prendere un aperitivo al Wunderbar in Piazza IX Aprile, grazioso locale che si affaccia sulla fantastica Baia di Naxos. Potrebbe costare un occhio della testa, ma credetemi la vista sul mare vale assolutamente

la spesa.

3 ° giorno: Siracusa e Piazza Armerina

Cattedrale di Siracusa
Cattedrale di Siracusa

Il terzo giorno proseguite in direzione sud per visitare due dei più importanti siti archeologici del mondo: il parco Neapolis di Siracusa e la Villa Romana del Casale a Piazza Armerina. Iniziate la vostra giornata visitando l’area archeologica di Siracusa, con il Teatro Greco, l’Orecchio di Dionisio e l’Anfiteatro Romano. Spostatevi poi verso la deliziosa isola di Ortigia, centro del paese. Qui potrete concedervi un eccezionale pranzo a base di pesce in uno dei numerosi ristoranti che circondano la splendida Piazza Duomo. Dopo pranzo riservate un po di tempo per dare un’occhiata alla cattedrale: meravigliosa struttura d’arte barocca integrata con i ruderi di un antico tempio greco. Nel pomeriggio giungete sino a Piazza Armerina per vedere la Villa Romana del Casale, un’antica tenuta di caccia resa nota per i suoi bellissimi mosaici.

Giorno 4: Agrigento e Selinunte

Valle dei templi, Agrigento
Valle dei templi, Agrigento

Preparatevi a trascorrere la giornata esplorando due delle più potenti polis della Magna Grecia. Rivolti verso l’occidente giungete sino ad Agrigento, “la più bella delle città mortali” secondo il poeta greco Pindaro.
Il fiore all’occhiello è la Valle dei Templi, un sito patrimonio mondiale dell’Unesco, in cui sono perfettamente conservate preziose testimonianze della civiltà ellenica. Tra tutti i templi greci del mondo, il tempio della Concordia è il meglio conservato. Esso è uno dei simboli della città e rimane illuminato per tutta la notte.

Dalle testimonianze archeologiche di Agrigento a quelle di Selinunte. Nella piccola frazione del Comune di Castelvetrano potrete visitare il parco archeologico più grande d’Europa. Al crepuscolo concedetevi una rilassante nuotata nella spiaggetta sottostante ed ammirate il fantastico tramonto selinuntino impreziosito dal maestoso profilo del Tempio di Hera.

5 ° giorno: Erice e Trapani

Dedicate la quinta giornata ad una rilassante passeggiata nel piccolo borgo di Erice, nell’estrema Sicilia Occidentale. Durante il tragitto in funivia che dalla città di Trapani porta al piccolo villaggio collinare di Erice, ammirate la vista mozzafiato sul mare. di questa oasi di pace lontano dal caos cittadino. Solo dopo aver visto il Duomo ed il Castello di Venere, pranzate in una delle piccole trattore del paese. Ricordate di riservare un po’ di appetito per le squisite Genovesi, dolci fantastici acquistabili presso la pasticceria San Carlo. Potete trascorrere il pomeriggio a Trapani, passeggiando nel lungomare o concedendovi un meraviglioso bagno nelle sue spiagge.

Giorni 6 e 7: Palermo e Monreale

Cappella Palatina
Cappella Palatina

Gli ultimi due giorni sono dedicati alla scoperta dell’incredibile capoluogo siciliano e della sua provincia. Palermo è stata un crocevia di culture e civiltà per 8 millenni, tantissimi sono i luoghi di interesse storico ed artistico da visitare, a cominciare dal Palazzo dei Normanni e dalla Cappella Palatina, mix formidabile di arte orientale ed occidentale. Spostatevi poi verso il centro storico, qui si trovano la Cattedrale, i Quattro Canti, Piazza Pretoria e le chiese della Martorana e di San Cataldo. Poco distante c’è uno dei luoghi più caratteristici della città: il mercato della Vucciria. Pranzate con le specialità dello street-food palermitano (vi consiglio l’ottimo pane con la milza di Rocky Basile). Trascorrete il pomeriggio nella zona nuova, visitando Il Teatro Politeama ed il Teatro Massimo.

Il giorno seguente, passate la mattinata guardando gli impressionanti mosaici ed il bellissimo chiostro del Duomo di Monreale, a circa 15 chilometri da Palermo. Infine godetevi un rilassante pomeriggio nella bellissima spiaggia di mondello, un’istituzione per tutti i palermitani.

Condividilo sui tuoi social!
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *