DIARIO DI VIAGGIO DI AMSTERDAM: PROSEGUE IL NOSTRO VIAGGIO

Diario di viaggio tra Germania e Olanda: ora tocca ad Amsterdam

Amsterdam
Facciate di abitazioni ad Amsterdam, Olanda

Nella giornata di domenica 3 settembre ci siamo spostati verso Amsterdam, partendo da Francoforte, dopo colazione e con circa 550 km da percorrere, per arrivare a destinazione nel tardo pomeriggio presso l’Hotel Holiday Inn Express Amsterdam, struttura 4 stelle proprio a fianco della stazione Sloterdijk, a 25 minuti dal centro ma comodamente raggiungibile con mezzi pubblici.


L’hotel, sebbene un 4 stelle (costo 140€/Notte/Stanza con pernottamento e 1^ colazione incluse), non era curato e pulito come il precedente, ma tutto sommato buono. Anche qui dopo il check in e consegna della stanza, abbiamo fatto un piccolo giro nei dintorni per capire come muoverci e stilare un piccolo programma dei giorni futuri, che ci avrebbe visto oltre che per la domenica di arrivo, per tutto lunedì martedì e mercoledì con partenza per la mattina di giovedì 7 settembre.

Amsterdam
Chiesa Vecchia ad Amsterdam, Olanda

Lunedì 4 settembre, ci siamo diretti verso il centro di Amsterdam, verso quella che è la piazza principale, Piazza Dam. La cosa che subito ci ha colpiti della città è stata la presenza indescrivibile di biciclette e al tempo stesso traffico caotico di qualsiasi mezzo, dalle biciclette ai mezzi pubblici e privati. A primo avviso una confusione enorme, fuori dagli stereotipi dei paesi nordici, ma che comunque la rende unica nel suo genere. Piazza Dam, più che una piazza sembra un groviglio e crocevia di strade e flussi, verso non si sa cosa. Nella stessa si può vedere anche il Monumento in memoria dei Caduti della 2° Guerra Mondiale, il Palazzo Reale e il museo delle cere. La passeggiata è continuata per tutto il giorno tra i vari vicoli, nell’intreccio di canali e ponti che per qualche aspetto richiamano la nostra Venezia.

Amsterdam
Monumento ai Caduti Piazza Dam ad Amsterdam, Olanda

Caratteristiche sono le case galleggianti presenti nei vari canali. Inoltre estremamente suggestive e caratteristiche sono quelle presenti ai lati delle vie e canali, in pietra faccia a vista locale ed enormi finestre. Continuando da Piazza Dam all’orizzonte si può ammirare la Stazione Centrale (purtroppo parte della facciata in ristrutturazione e oscurata da teli) progettata da Pierre Cuypers (vedi anche Riyksmuseum) e inaugurata nel 1889, costruzione le cui fondazioni poggiano su pali di legno, dagli anni ’70 “monumento Nazionale”. I continui cambiamenti del tempo, (da sole splendente a nuvolo improvviso) sono stati il denominatore comune di tutta la permanenza in questa città.

Amsterdam
Scorcio Piazza Dam ad Amsterdam, Olanda

La giornata successiva è iniziata con la visita alla Fabbrica della birra Heineken proprio nel centro cittadino, “Heineken Experience” tour guidato dove viene ricostruito il leggendario percorso storico di questa fabbrica, dagli albori ai giorni nostri, con degustazione del prodotto (hic…hic…ahahah), circa tre ore di cenni storici per poi ultimare la visita verso lo store. A pochi passi la zona dei musei: Museumplein, dove si notano il Rijksmuseum che richiama il periodo gotico e rinascimentale, il Van Gogh Museum e lo Stedelijk. Sempre lungo il percorso si nota il Teatro dell’Opera Stopera. La passeggiata è continuata verso il centro passando per il famoso quartiere a luci rosse, e fin dal primo pomeriggio si possono scorgere ragazze (ragazzine aggiungerei per l’esattezza) in vetrina, o semplicemente gadget erotici o che inneggiano ad una “visitina”.

Amsterdam
Palazzo Reale Piazza Dam ad Amsterdam, Olanda

Nel frattempo, proseguendo, dopo qualche fermata per una leggera ristorazione E’ da notare che i prezzi per caffè e bevande in genere, sono particolarmente alti di sera al ristorante. Mediamente per due persone, in locali non di lusso, il prezzo medio si aggira sui 60/70€ per un secondo, un contorno caffè e bevande, in zone centrali). Ci avviamo verso il mercato dei fiori, un’intera via sulla sponda di un canaletto, dedicata a bancarelle, in pianta stabile, dove si possono ammirare bulbi di tulipani e fiori in genere che rappresentano una vera attrattiva per tutti i turisti.

Amsterdam
San Nicola ad Amsterdam, Olanda

Ormai a pomeriggio inoltrato, prima di arrivare alla stazione centrale, non poteva mancare una visita alla Basilica di San Nicola  Basiliek van de Heilige Nicolaas, chiesa cattolica  romana. A questo punto rientriamo in albergo per prepararci per la cena, tenuta in un locale italiano a pochi passi dall’albergo. Il mercoledì, brutto e piovoso, è stato dedicato alla visita della città vista da altra prospettiva, ovvero dal battello, una delle tante possibilità di visite guidate tra canali e canaletti, partendo da un attracco nelle immediate vicinanze della stazione centrale.

Amsterdam
Punti di vista canali ad Amsterdam, Olanda

In primo piano si può ammirare il Museo della Scienza e della TecnicaNEMO” progettato dall’architetto italiano Renzo Piano, per poi proseguire all’interno dei canali della città: da questa prospettiva tutto risulta diverso. L’escursione dura circa un’ora e vengono toccate tutte le principali attrattive. Il costo dell’escursione si aggira mediamente sui 15€ a testa. Il pomeriggio è stato dedicato alla visita del villaggio Zaanse Schans, situato a una ventina di chilometri  a Nord di Amsterdam, dove è possibile vedere moltissimi mulini a vento restaurati e conservati magnificamente.

Amsterdam
Panorama Zaanse Schans, Olanda

Il villaggio si raggiunge comodamente dalla stazione centrale  con l’autobus, che in circa 50 minuti porta a destinazione. L’atmosfera è surreale, situato lungo l’omonimo fiume Zaan a Zaandam, tra canaletti insenature abitazioni in legno piccoli ponti, dove la natura regna incontrastata, i mulini a vento sembrano integrarsi senza soluzione di continuità con il paesaggio stesso. Solo qualche casetta dove sono ospitati souvenir e prodotti tipici ci fanno ritornare alla realtà, per il resto il tempo si è fermato centinaia di anni addietro. Unica nota negativa la pioggia e il vento, non troppo graditi.

Amsterdam
Zaanse Schans Mulini, Olanda

Con questa escursione, l’inesorabile scandire del tempo ci fa capire che è ora di ritornare verso l’albergo, a conclusione di questa splendida giornata siamo ritornati al ristorante della sera precedente, ormai consapevoli che all’indomani saremmo partiti per l’ultima tappa, Stoccarda.

Ti possono interessare anche i seguenti articoli:

Vai alla pagina seguente 3 di 3 >>>Stoccarda
Vai alla pagina 1 di 3>>>Francoforte
Vai alla pagina >>>Galleria fotografica di Francoforte, Amsterdam e Stoccarda
Condividilo sui tuoi social!
  •  
  •  
  •