Tunisia, Sbeitla e Sousse

Tra i resti archeologici romani e bizantini

sbeitla
Sbeitla, Tunisia

Abbiamo pernottato all’Hotel de Jenuesse, molto confortevole, lasciati i bagagli, siamo andati a visitare i resti romani e bizantini.


Il sito archeologico è molto esteso, con l’Arco di Diocleziano, la piazza lastricata; il Campidoglio è formato da tre templi affiancati dedicati a Giove, Giunone e Minerva, il Teatro Romano, la Porta di Antonino Pio, fontane pubbliche, frantoio, serbatoi d’acqua. Vi sono inoltre molti monumenti cristiani, la Chiesa di Bellator, con i suoi mosaici, la Chiesa di Vitalis con la sua vasca battesimale in mosaico. Insomma un bel tuffo nel passato, che da delle forti emozioni. Alle 17:30 chiusura del sito e noi naturalmente siamo rimasti fino all’ultimo istante a goderci questa meraviglia, ora capisco le sensazioni che provano i turisti che vengono a Roma a visitare il Colosseo! Passeggiata in città dove abbiamo mangiato un lablabi e poi rientro in stanza.
05 Maggio 2014: alle 6:00 lasciata Sbeitla con un taxi collettivo, abbiamo raggiunto dopo tre ore Sousse, dove abbiamo pernottato al Gabes Hotel nella medina.

sbeitla
Il souk, Sousse

Da qui ci siamo recati a visitare le Catacombe Paleocristiane del Buon Pastore, che si trovano nella Ville Nouvelle e sono visitabili per 230 m., poi, passeggiata nella medina, dove abbiamo acquistato qualche souvenir e visitato il Ribat.
Questo edificio è molto bello e ben conservato, fu costruito alla fine dell’VIII secolo, in stile architettonico bizantino. Le mura dell’edificio sono robuste e merlate, c’è una torre di guardia, che serviva anche da minareto, è costruito su due livelli che si aprono su un cortile completamente delimitato da portici ad arcate.

sbeitla
La kasbah, Sousse

Nel livello superiore ci sono le celle dei “soldati-monaci”, mentre l’intera ala sud, è occupata dalla vasta sala di preghiera. Dal Ribat si apre una bellissima veduta sulla Grande Moschea e la kasbah. Da qui siamo andati a fare una passeggiata sul lungomare e poi di nuovo nella medina a fare altri acquisti; non potevano mancare il tè alla menta e i makroud.
06 Maggio 2014: siamo diretti a Monastir, si raggiunge in un’ora di viaggio con l’autobus.

Vai alla pagina seguente 8 di 9 >>>Sousse

Condividilo sui tuoi social!
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *