Tunisia, cosa vedere di interessante a Sousse

Alla scoperta di questa località tunisina

Sousse
Mausoleo Habib Bourguiba, Monastir

Qui abbiamo fatto prima un giro nel centro della città, che si stava svegliando lentamente, infatti, un’abitante del posto, ci ha detto che era strano che noi turisti fossimo lì così presto.


Camminando ci siamo trovati davanti il Mausoleo di Bourguiba, per raggiungere l’edificio si deve percorrere un lungo viale alla cui fine spiccano due minareti alti 25 m., eretti a fianco di una cupola dorata e altre due verdi, un cancello enorme lo separa dal resto del cimitero esterno. Qui sono sepolti Habib Bourguiba, il primo presidente tunisino che diede l’indipendenza alla Tunisia, e alcuni dei suoi familiari. Abbiamo continuato il nostro giro fino a raggiungere il Ribat di Harthema, purtroppo non è visitabile poiché è in ristrutturazione, ha subito dei danni in seguito al terremoto dell’ ottobre 2013. Una passeggiata lungo la costa, mare stupendo e residence molto carini, tappa alla medina, piena di negozietti con artigianato locale e poi alla stazione ferroviaria, destinazione Mahdia. La città antica sorge su una penisola rocciosa collegata alla terraferma da uno stretto istmo.

Sousse
Skifa Kahla, Monastir

Entriamo nella cittadella attraverso la spettacolare Skifa, la porta d’ingresso della città, il suo simbolo più importante, da qui si raggiunge la medina formata da vie strette dove sorgono negozi di souvenir, tappeti e oggettistica. Camminando lungo la costa rocciosa a picco sul mare abbiamo raggiunto la kasbah, pressoché inespugnabile, Mahdia doveva essere una città-rifugio, in grado di resistere a qualsiasi tipo di assedio. Lasciata la fortezza e costeggiando il mare, siamo arrivati fino all’estremità del promontorio, sulla punta del Capo d’Africa.

Sousse
Strada della medina, Sousse

Qui c’è un immenso cimitero chiamato “cimitero marino”, con le tombe musulmane che circondano un faro e il porto punico. Un pranzetto nel centro della città e poi rientro in treno destinazione Sousse. Tornati in albergo, siamo saliti sul terrazzo e abbiamo fatto tante foto, riprendendo la città dall’alto, qui lo scenario è spettacolare. Passeggiata in città, lungomare e medina godendoci questi ultimi momenti in questa meravigliosa città.
07 Maggio 2014: rientro a Tunisi in treno, raggiunta dopo due ore di viaggio, siamo tornati all’Hotel della Paix e siamo andati a prendere la metro per visitare Cartagine.

Vai alla pagina seguente 9 di 9 >>>Tunisi e Cartagine

Condividilo sui tuoi social!
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *