PETRA, L’INCANTO NELLA ROCCIA IN GIORDANIA

Uno degli scenari più amati dai turisti di tutto il mondo

Petra
Petra, Giordania

E ora Petra! Inoltrandosi nel Siq, uno stretto corridoio naturale lungo più di un chilometro e mezzo tra rocce altissime, si arriva di fronte al Tesoro, poi, passando davanti al teatro ed ai resti della basilica ci si incammina lungo la strada che porta agli 800 gradini per arrivare alla fine al monastero, il punto più alto della città di Petra.


Dall’alto si può ammirare tutto il paesaggio, davvero meraviglioso! L’interno di Petra è uno spettacolo unico; il suo famoso “tesoro” alla prime luci del giorno è qualcosa di indimenticabile. Spesso descritta come una delle otto meraviglie del mondo antico, Petra è senza ombra di dubbio la punta di diamante della Giordania e la sua maggiore attrattiva turistica. È una vasta città dalle caratteristiche uniche: i Nabatei, industriosa popolazione araba insediatasi in questa zona oltre 2000 anni fa, la crearono dalla nuda roccia e la trasformarono in uno snodo cruciale per le rotte commerciali della seta e delle spezie, grazie alle quali Cina, India e Arabia del Sud poterono entrare in contatto con Egitto, Siria, Grecia e Roma.

Petra
Petra, Giordania

Un’altra attrattiva di questo fantastico paese è il deserto del Wadi Rum, un posto stupefacente, con i suoi paesaggi favolosi, incontaminati e senza tempo. Questo luogo, in cui il vento durante i secoli ha scavato imponenti e maestosi grattacieli, fu elegantemente descritto da T.E. Lawrence D’Arabia  come “immenso, echeggiante e divino”. Non tutti sanno, infatti, che il film “Lawrence D’Arabia” è stato girato proprio nel deserto del Wadi Rum e in una delle mie foto che si trovano nella galleria fotografica si può vedere ciò che rimane della sua casa, oltre che a  un ponte naturale il quale lo può percorrere a piedi passando da una roccia all’altra, ma ci vuole tempo e sopratutto “buone gambe”! C’è anche una bella foto fatta con la luce del tramonto che illumina la roccia di un colore molto caldo.

Petra
Aqaba, Giordania

Aqaba si affaccia sul Mar Rosso ed è la meta privilegiata per i cittadini di Amman, che in molti, i più facoltosi, ovviamente, posseggono una seconda casa per le vacanze o i fine settimana. Di sera le strade e le piazze sono affollate, non solo da turisti, ma proprio dai Giordani. Di fronte all’albergo in cui ho alloggiato c’era una discoteca, situata al primo piano dell’edificio, con tutte le pareti in vetro, per cui é stato spassoso anche solo guardare come si divertivano i giovani in quel locale tra quel frastuono di musica “rock-orientaleggiante”.  Sul golfo, sulla sponda opposta invece, si affaccia la città di Eilat, appartenente allo stato di Israele. Sulla via del ritorno si percorre  una strada che va in parallelo tra il confine giordano a quello israeliano  in una zona piuttosto desertica. Pochi chilometri più avanti, però nella zona giordana si incontra tanto verde: palme, ulivi, e tanta altra vegetazione, fino ad arrivare al Mar Morto.  Tra le tante foto che ho scattato ce n’è una che ritrae la moglie di Lot, rimasta pietrificata, perché si dice si sia girata a guardare la distruzione di Sodoma e Gomorra, mentre Dio glielo aveva vietato.

Con la visita al Mar Morto si è concluso il mio viaggio in Giordania, un viaggio entusiasmante.

I MIEI CONSIGLI: UNA DRITTA SULLA VALUTA LOCALE

Faccio presente che la valuta giordana è pari ad un euro, quindi cambiare costa pochissimo, ma si può pagare tutto in euro, portando con sè solo tagli piccoli, ovviamente. Quindi: partire con grosse mazzette da cinque, dieci o venti euro al massimo, perché già con la banconota da 50,00 trovi un pò’ di difficoltà. Se, per esempio, si acquista qualsiasi cosa da 7,00 Euro, i locali ti restituiscono il resto con la loro moneta, che è facilissimo spendere anche solo per comprarti una bibita.

Della Giordania ti possono interessare anche i seguenti articoli:

Vai alla pagina 1 di 3 >>>Diario di viaggio della Giordania
Vai alla pagina 2 di 3 >>>Amman
Vai alla pagina >>>Galleria fotografica della Giordania 
Condividilo sui tuoi social!
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *