diario di viaggio dell’India del sud: Madurai

Madurai: l’anima del Tamil Nadu, nell’ India del sud

Madurai
Sri Meenakshi temple, Madurai

Madurai, raggiungibile in quattro ore in autobus; una delle città più antiche dell’India, l’anima del Tamil Nadu. Arrivati in albergo ci siamo rilassati un po’ e poi fuori pronti per visitare il Sri Meenakshi Temple, che purtroppo a quest’ora è chiuso, quindi ne abbiamo approfittato per fare qualche foto dall’esterno.

Pranzo a base di meals, un giro al mercato Pundu mandapa, l’ex atrio sul lato orientale del Sri Meenakshi Temple, il salone immenso è impreziosito da due file di colonne cesellate, su quelle centrali sono raffigurate i ritratti dei dieci re nayak con le consorti, su quelle esterne Shiva in varie forme. Qui vi sono molti sarti, bancarelle di stoffe, artigianato locale, oggetti religiosi, accessori vari, Giovanni si è comprato due bei kurta paijama (si tratta di un’ ampia camicia lunga fino alle ginocchia e pantaloni lunghi) e io ne ho approfittato per acquistare dei dipinti su seta. Ci siamo rilassati davanti al tempio in attesa dell’orario d’apertura. Finalmente alle 16:00 siamo entrati a visitare questo magnifico tempio, all’entrata ci sono controlli molto rigidi, purtroppo la macchina fotografica non si può portare, ma noi siamo riusciti a fare qualche foto con il cellulare. Il tempio è dedicato alla dea Meenakshi Amman, raffigurata con tre seni e gli occhi di pesce, il complesso si estende su sei ettari ed è delimitato da 12 gopuram tutti ornati da sculture che raffigurano divinità maschili e femminili, demoni ed eroi.

Madurai
Sri Meenakshi temple, Madurai

La leggenda dice cha Meenakshi nacque con tre seni e avrebbe perso quello superfluo incontrando il suo sposo, ciò accadde quando incontrò Shiva e divenne la sua consorte. Gran parte del tempio è inaccessibile ai non hindu, ma noi siamo stati fortunati, i guardiani ci hanno fatto entrare, così ci siamo seduti insieme ai fedeli che erano raccolti in preghiera, una bella esperienza. Usciti da questa sala, abbiamo percorso i corridoi cheracchiudono il santuario e sedendoci insieme ad altri pellegrini i quali incuriositi dalla nostra presenza, abbiamo scambiato varie informazioni, illustrando il programma svolto e cos’altro avremmo visitato del Tamil Nadu. Qui abbiamo assistito alle cerimonie religiose, un luogo eccezionale per ammirare il colorato vigore induista; la sera i bramini con un seguito di devoti portano in spalla tridenti fiammeggianti con l’effige di Shiva nel tempio della dea Meenakshi, il tutto si svolge tra il rullare di tamburi e flauti.

Madurai
Sri Meenakshi temple, Madurai

Dopo circa due ore siamo usciti da questa meraviglia, ritirato lo zaino, le macchinette fotografiche e le scarpe, abbiamo fatto di nuovo delle foto all’esterno, sia al tempio che ai fedeli. Un giro nei negozi che circondano il tempio, dove abbiamo acquistato qualche souvenir, abbiamo mangiato, bevuto una spremuta di melograno, per poi tornare a sederci davanti al tempio fino all’orario di chiusura, insieme alle carissime zanzare. La mattina seguente in autobus abbiamo raggiunto il Tirumalai Nayak Palace, famoso per gli stucchi sulle cupole e gli imponenti archi, pilastri bianchi massicci costeggiano il corridoio che corre lungo il cortile ci sono sculture raffiguranti leoni e pitture murali che danno un’idea dello sfarzo della corte del re Nayak. Dopo aver fotografato tutto questo, ci siamo distesi un po’ all’interno del cortile, frequentato da pochi turisti.

Del Tamil Nadu ti possono interessare anche i seguenti articoli:

Vai alla pagina seguente 7 di 11 >>>Rameswaram e Dhanushkodi
Vai alla pagina 1 di 11>>> Kanchipuram
Vai alla pagina 5 di 11 >>>Tiruchilappalli
Vai alla pagina >>>Galleria fotografica del Tamil Nadu
Condividilo sui tuoi social!
  •  
  •  
  •