VIAGGIO NEL TOGO: LE ATTRATTIVE DELLA ZONA MARITTIMA

Togo: le attrattive della zona marittima: alla scoperta di cosa vedere nel paese africano

Togo: le attrattive della zona marittima
Rappresentazione Vodoo, Togo

Il paese è molto conosciuto per i riti vodoo che si praticano soprattutto nella zona marittima – Aneho, vicino al lago di Togoville e al suo quartiere  – dove per poter entrare serve contrattare un buon prezzo (per uno Yovo – il bianco per loro, lo sentirete continuamente urlare dai bambini e dovrete salutare con Ameybo, nero,  il prezzo è di circa 2.000 CFU ) attraversando con tipiche imbarcazioni locali il lago del Togo.

TOGO: LE ATTRATTIVE DELLA ZONA MARITTIMA

Nella zona marittima è molto rinomato il mercato centrale dove poterete trovare ogni genere di alimento (soprattutto banane, ananas e e mango), abbigliamento (tessuti detti batik) e qualsiasi genere di altra necessità. Il mercato dei feticci è invece rinomato perché al costo di 5000 CFU si possono vedere e cercare di capire (parlano tutti francese) le funzione di protezione dei diversi animali (ad esempio i denti del cobra servono per il mal di testa mentre la testa di coccodrillo scaccia gli spiriti maligni).


Altre credenze sono quelle di non stendere i vestiti la notte ad asciugare perché gli spiriti potrebbero indossarli e contaminarli oppure curare il male alle ossa con zampe di pulcino e mangiare sempre solo con la mano sinistra, quellla del cuore, mentre tenere la destra libera per salutare chi si incontra (la popolazione è molto ospitale e spesso si conoscono tutti nel quartiere). Un altro importantissimo mercato dei feticci è quello di Vogan, facilmente raggiungibile dalla capitale e che rimane aperto fino a notte. Da citare è poi la “maison des esclaves” dove gli schiavi venivano fatti prigionieri e tenuti giorni interi sotto una cella di un metro e mezzo circa.

Togo: le attrattive della zona marittima
Tipica imbarcazione, Togo

Purtroppo la casa degli schiavi non viene pubblicizzata ma potete fare un’offerta e non ve ne pentirete. Un’ultima – ma ci sarebbero tante cose da dire riguardo soprattutto il contatto con la gente – è andare a visitare il Museo Nazionale. Consiglio di soggiornare a Cocobeach dove farete l’esperienza un’unica di dormire di fronte all’oceano, sulla spiaggia, per una cifra di circa 5 euro a persona. Ma se volete un hotel un po’ più “occidentalizzato” serve andare nei pressi di Baguida, quartiere chiamato “quartiere dei bianchi” dalla popolazione locale per la presenza di case e più vita mondana e marittima.

Del Togo ti possono interessare anche i seguenti articoli:

Vai alla pagina seguente 3 di 4>>>Altre attrattive del paese
Vai alla pagina 1 di 4>>>Come organizzarsi
Vai alla pagina 4 di 4>>>Cibo e consigli
Vai alla pagina >>>Galleria fotografica del Togo
Condividilo sui tuoi social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.