ZANZIBAR, QUANDO ANDARE

Una delle mete più gettonate per chi ama il mare, Zanzibar

Zanzibar, quando andare
Zanzibar, Tanzania

Un colpo d’occhio, vero? Non si riesce a leggere l’articolo prima di aver dato uno sguardo a questa fantastica immagine!! Potete farvi quindi un’idea di cosa voglia dire andare in vacanza  a Zanzibar (il termine Zanziba deriva dall’ arabo e significa “terra dei neri”) anche se prima del suo boom turistico era famosa per ben altro. L’isola, che si è unita alla Tanzania dal 1964, è sempre stata al centro di traffici commerciali molto importanti tra Africa e Medio Oriente, sia per quanto riguarda il traffico di spezie e l’avorio, sia di quello degli schiavi. Tra le spezie più importanti che Zanzibar produce ci sono i fiori di garofano, primato mondiale per la coltivazione di questo prodotto, e le alghe rosse, anch’esse utilizzate in ambito alimentare. Le spezie ora non sono più al  centro dell’economia locale, perché questo stupendo paese è diventato, con il passare degli anni, una delle mete turistiche più ambite e richieste.

Se volete avere un idea di cosa Zanzibar può offrire per quanto riguarda il mare visita la galleria fotografica. Clicca quiPer avere delle informazioni per organizzare il viaggio a Zanzibar, quando andare, sotto trovate un semplice riassunto. 

ZANZIBAR IN BREVE

     Il periodo migliore va da maggio a febbraio, quando è soleggiato e non ci sono piogge
     Una vacanza che coniuga visita e mare tipicamente è di una settimana
       Per l’intero soggiorno a partire da 800 euro a persona     
      Volo a/r intercontinentale a partire da 510 euro 

COME ORGANIZZARE IL TOUR A ZANZIBAR

La guida della Tanzania e Zanzibar della Lonely Planet

Guida della Tanzania della Lonely Planet

In tempi moderni, dove il telefonino, tablet e pc la fanno da padrone, dover acquistare una guida turistica cartacea da portarsi sempre ovunque sembra davvero anacronistico, ma noi di arrivi-partenze.it ve la consigliamo con tutto il cuore. Infatti sia in questo che negli altri viaggi effettuati precedentemente ci siamo accorti che in mancanza di internet il viaggiatore è tagliato fuori sia nel caso avesse bisogno di una mappa, che per gli orari degli spostamenti con i mezzi. E’ indispensabile quindi avere un piano B, che ci risolva facilmente il problema, se mai ci fosse. Un altro aspetto importante è quello di potersi rilassare con una guida di carta in mano e approfondire, nel momento che più ci aggrada, ciò che stiamo visitando, senza le possibili divagazioni che invece si posso fare con un telefonino in mano. Zanzibar, quando andare? Cosa vedere? Non c’è dubbio, la guida cartacea vi permette di immaginare, sognare questo fantastico paese senza svelare troppo sulla meta sognata. Insomma Lonely Planet for ever!!

DRITTE SULLE PRENOTAZIONI, GLI SPOSTAMENTI E GLI ALLOGGI


Solitamente chi intende soggiornare a Zanzibar si rivolge ad agenzie di viaggio che propongono pacchetti vacanze all inclusive alloggiando in numerosi resort che si trovano sull’ isolaDall’ Italia ci sono voli di linea e charter che partono da Milano Malpensa e Roma Fiumicino e atterrano a Dar es Salaam in Tanzania e si prosegue per Zanzibar con un altro volo (con una compagnia low-cost)  oppure con traghetti. Altro possibile scalo può essere effettuato a Mombasa in Kenya per poi arrivare a Stone town

Per analizzare bene quale volo scegliere conviene collegarsi a siti come ExpediaEdreams, o Opodo, e variare inoltre i giorni di partenza, perché a volte i prezzi si modificano in base alla data e non tutti questi motori di ricerca danno lo stesso risultato riguardo alle compagnie più economiche da utilizzare (quest’ultima considerazione è fortemente consigliata da arrivi-partenze.it).

Dalla-dalla, Zanzibar
Dalla-dalla, Zanzibar

L’isola non è molto grande quindi si consiglia di girarla noleggiando, a basso costo, automobili, minivan privati o motociclette oppure, per coloro che intendono entrare in stretto contatto con la popolazione locale è possibile utilizzare i “dalla-dalla” ovvero minibus economici ma lenti e super affollati di zanzibarini con le loro mercanzie.

I CONSIGLI DI FABIO ED ELENAFabio ed Elena

Altra soluzione per muoversi su Zanzibar è quella di rivolgersi ai “beach boys” ovvero a ragazzi che si trovano lungo le spiagge che propongono un tour dell’isola a basso costo. In questo modo si può davvero scoprire al meglio Zanzibar e nello stesso tempo aiutare la gente del posto.

Di Zanzibar ti possono interessare anche i seguenti articoli:

Vai alla pagina seguente 2 di 3 >>>Le spiagge più belle
Vai alla pagina 3 di 3 >>>Video guida e informazioni
Vai alla pagina >>>Safari in Tanzania: quando andare
Vai alla pagina >>>Galleria fotografica di Zanzibar
  • 51
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *